Formazione, professionalità e trasparenza: le parole d'ordine del nuovo direttivo pavese di FNA

PAVIA - Come deve essere l'amministratore di un condominio e quali caratteristiche deve avere; come affrontare le problematiche relative alla morosità in condominio e alle liti tra condomini. Sono queste alcune delle tematiche che FNA Federamministratori - Federazione Nazionale Amministratori Immobiliari - proporrà a pertire da Aprile in una serie di incontri aperti alla cittadinanza e pensati per far conoscere l'attività all'Associazione e rendere noto ai cittadini quale importanza riveste l'amministratore di condominio e qual è il suo compito.

 L'associazione, che ragruppa gli amministratori condominiali e immobiliari, ha per scopo l'acquisizione di sempre maggiore competenza, aggiornamento e qualità professionali degli amministratori di condominio per garantire la qualià del servizio svolto a favore dei piccoli proprietari.

Un obiettivo che il nuovo consiglio diretto di FNA Pavia (insediatosi a Novembre 2015) ha fatto proprio e intende perseguire: <<In questo quadriennio speriamo si possa dare inizio ad una fase di rinnovamento e di nuovo slancio promuovendo nuovi progetti e attività che coinvolgano anche le nuove generazioni>>.

Alla presidenza dell'Associazione pavese troviamo la dott.ssa Arianna Cornelli, Vice Presidente la dott.ssa Elisabetta Gambini e Segretario il geom. Claudio Compagnoni. <<Come FNA - spiega il direttivo - offriamo assistenza agli amministratori ma nello stesso tempo vogliamo dare trasparenza al cittadino, far capire perchè è  importante per il cittadino avere l'amministratore, un amministratore che sia qualificato, che possa dare garanzie e soprattutto che faccia le cose nel giusto modo.

Chi fa l'amministratore non può avere una conoscenza solo superficiale delle cose: l'amministratore oggi ha responsabilità su tutti i fronti, dal civile al penale amministrativo. Ecco perchè gli iscritti FNA sono solo coloro che mantengono in essere tutti gli anni i loro crediti formativi>>.

Parole d'ordine sono quindi qualità e professionalità: <<Come FNA - prosegue il presidente Cornelli - poniamo al primo posto la formazione quale aspetto indispensabile per svolgere l'attività nella maniera più professionale possibile. Per questo nei prossimi quattro anni promuoveremo diverse attività di carattere formativo (corsi di formazione, aggiornamenti periodici, convegni, conferenze), proprio allo scopo di ottenere una migliore qualificazione professionale degli associati, perchè possano svolgere il loro lavoro in maniera consapevole e serena rispondendo in modo puntuale e professionale alle richieste o problematiche dei condomini>>.