PASSO IN AVANTI PER IL DDL CONTRO IL CONSUMO DI SUOLO

13 Maggio 2016
 

Urbanistica in genere Ddl contro il consumo di nuovo suolo: passo in avanti. Lo scorso 12 maggio il testo è stato approvato dalla Camera con 256 sì, 140 no e 4 astenuti. Ora la palla passa al Senato.
Per la prima volta si fissa un obiettivo molto avanzato: azzerare la cementificazione entro il 2050. Per la prima volta nel nostro ordinamento viene chiarito il concetto di consumo del suolo, ovvero la sua copertura e impermeabilizzazione e viene definito il principio base secondo cui il consumo del suolo è consentito solo quando non ci sono alternative di riuso.


Una volta approvato il provvedimento, saranno poi le Regioni a fissare i criteri attuativi per i Comuni, che dovranno anche censire edifici ed aree dismesse, per verificare se le nuove costruzioni possono essere realizzate riqualificando aree degradate. Per il recupero di queste aree, i Comuni avranno la priorità nei finanziamenti statali e regionali e vedranno semplificate le procedure e i migliori verranno elencati in un registro dei Comuni virtuosi.